Nov 11, 2013 - Storie da Raccontare    14 Comments

Le tre str…

Ieri eravamo con amici a teatro.

Abbiamo portato i bambini a vedere lo spettacolo dei burattini con la storia di Pinocchio.

Prima che iniziasse lo spettacolo, ma dopo che eravamo già seduti da qualche minuto a mio figlio
arriva il classico bisogno dell’emozione… 🙂  deve fare la pipì…

Non c’è problema mi dico, ora ci alziamo e pian pianino andiamo in bagno, tanto lo spettacolo
non è ancora iniziato e non diamo fastidio a nessuno.

Eravamo in una fila centrale, in posizione centrale, alla nostra sinistra c’erano i bagni e prima
di loro erano sedute tre signore molto eleganti con le relative figlie o nipoti, non vi so dire…

allora prendo mio figlio per mano, gli dico di stare attento a non urtare le persone che sono sedute e
chiedo con il sorriso e con toni garbati alle signore se ci potevano far passare perchè dovevo accompagnare
mio figlio in bagno…

le signore mi guardano e sbuffando e borbottando si alzano dalla loro sedia per farci passare, la più robusta
di loro però è costretta ad uscire dalla fila perchè nemmeno la sua alzata ci forniva spazio a sufficente per
passare.

E così stizzita e sbuffante ci fa passare.. io mi rigiro e sempre con un sorriso dico loro “scusate ancora”..

niente, gli sguardi sono sempre di tre persone alterate…

andiamo in bagno, fatti i bisogni, lavati e puliti torniamo in sala, ci avviciniamo alle tre signore che
ci ignorano… allora sempre con il sorriso chiedo se ci potessero far passare… e la scena di prima si ripete

sbuffanti e borbottanti le signore si alzano, la più grossa esce dalla fila e noi ripassiamo, arrivamo al posto e
ci sediamo…

ma dico io, ma come può e perchè mai la gente deve essere così stronza???

 

 

e poi magari si lametano se un padre, con un figlio, tornando al posto, pesta loro “involontariamente” il piede e sporca la loro elegantissima scarpa da cerimonia…

fino a che punto è corretto dare rispetto??? secondo me in questo caso siamo già oltre quel punto…

Le tre str…ultima modifica: 2013-11-11T13:26:00+00:00da heicko1979
Reposta per primo quest’articolo

14 Commenti

  • Io sono per la non violenza, ma certe volte verrebbe da darle uno sganassone da far loro la faccia viola.Per non parlare proprio di quelle signore simil-eleganti, tutte azzimate, che mettono in mostra il loro status, ma ciò che si nota maggiormente è la faccia da c**o.Scusate, ma è proprio vero…A chi non è mai capitato?CiaoK.

  • Anch’io sono per la non violenza… però diciamo che noto che il porger l’altra guancia non cambia le cose… e allora opto per il pane al pane e vino al vino… alla fine non ho pestato il piede, ma solo perchè mi è venuto in mente troppo tardi che avrei potuto farlo…in linea generale però il dubbio ora è se insegnare ai miei figli a “porgere l’altra guancia” a “perdonare” a “tralasciare” oppure se insegnargli a “farsi rispettare” “esigere il rispetto che gli è dovuto” “rispondere a pan per focaccia”….in questa fase della mia vita sono molto più spinto nella seconda direzione… troppo spesso si sottovaluta il male morale, concentrandosi su quello fisico, dimenticando però che molto spesso quello morale è molto ma molto più difficile da curare… quello fisico spesso passa da solo, con il passar del tempo, quello morale invece….

  • ussignur mi hai fatto infuriare K…così adirato non l’avevo mai letto…Portate pazienza gente…con certe persone c’è solo da rimetterci e mica possiamo scendere ai loro livelli.Alla bella signora le avrei dato un bel pestone durante l’andata poi vedevi come si spostavaa vostro ritorno..anche senza chiedere permesso ^_*

  • Tu hai fatto il tuo, il loro fastidio resta loro,non deve essere il tuo.Un saluto

  • Ciao carissimo Erik, sai qual è il problema? Che le persone stronze aumentano, mentre vanno a sparire le persone corrette, educate, gentili, come te.Un caro saluto.Nadia

  • Mah… forse si può solo fare spallucce pensando che evidentemente le prime ad avere problemi sono proprio le persone che si comportano così. No, non dico che bisogna sempre scusare e comprendere tutti, ma quando la posta in gioco è bassa, per il quieto vivere si può fare 🙂

  • Per quanto riguarda i figli.Mah, io certo di far capire al mio che bisogna distinguere lo sgarbo da persona a persona.E’ stato un compagno di classe? Oppure un ragazzo più grande? O un adulto?Sono situazioni già capitate, tutte e tre, e il comportamento da tenere non può essere il medesimo.Con un compagno si cerca il dialogo, con un ragazzo più grande si cerca di evitarlo, con un adulto si può replicare ma poi stare guardinghi.Dipende.K.

  • @ale: a volte è l’unico modo per ottenere dalla gente una riflessione, un pensiero e ogni tanto un cambiamento…@carola: benvenuta, concordo ma non è così semplice, far passare innoservato, peggio ancora agli occhi di un bambino questo tipo di comporamento, ho come l’impressione che sia un modo per, a lungo termine, tollerarlo… invece dovremmo tutti opporci in un modo consono a tutto ciò che è malsano se vogliamo veramente sperare di cambiare un pò questa società un giorno… @nadia: il problema è noto, le possibili soluzioni?? sono quelle che vorrei sapere?? una potrebbe essere veramente quella di stufarci di tollerare certi comportamenti…@wolf: in linea di massima potrei anche concordare.. ma temo che siamo nella situazione in cui siamo perchè, nel tempo, abbiamo tollerato un pò troppo, quando diventa un abitudine inevitabilmente il confine, il limite si sposta… forse si sta spostando davvero troppo….anche perchè poi la posta in gioco è bassa oggi, ma tanti bassi formeranno prima o poi un alto??@kikka: sui figli concordo, non solo, andrebbe sempre valutato caso per caso… però non dovremmo avere a prescindere paura di dire la nostra e di farci rispettare da chi che sia…

  • Le persone “Stronze”, sono altri tipi…

  • Ciao comprendo bene il tuo stato d’animo, ma più volte ho notato come questo non tollerare a fin di bene alla fine finisce solo per sfinirti.Credo che i tuoi bambini siano abbastanza sensibili e intelligenti da comprendere una frase tipo:” vedi come si è comportata quella signora?Ecco è sbagliato” e spigargli perchè,sei tu il loro esempio non le tre stronze.

  • @Carola: Giusto, posso dire che mi hai discretamente convinto!!!! 😉

  • @LIFE: Dici?? per me il comportamento di queste è stato da “stronze”… tu invece come le definiresti?? scontrose?? scorbutiche?? oppure chi definisci stronzo??

  • Essere stronzi non vuol dire non provare sentimenti, ma soltanto aver imparato a proteggersi dalle persone ipocrite e senza scrupoli.L’ggettivo più indicato è IDIOTI…Umani, gente strana.Al battesimo di suo figlio 20 persone.Al suo funerale 500 persone.

  • Ciao caro Erik, questo è il mio nuovo blog:

    http://nadiaconsani.blogspot.it

    Risentiamoci con più calma che il trasferimento mi ha stressata 😀

    Buona domenica.
    Nadia

Lascia un commento